Elettroerosione a filo Homemade

Elettroerosione a filo Home made

il sistema EDM (eletrical discarge machine) presenta un utensile sagomato detto eletrodo, che costituisce il catodo, ed il pezzo da lavorare ovvero l’anodo collegati a una sorgente di corrente continua e posti in un fluido dieletrico (non conduttore di elettricità). Quando la differenza di potenziale tra l’utensile ed il pezzo è sufficientemente alta, una scarica attraversa il fluido rimuovendo un piccolo ammontare di metallo dalla superficie del pezzo. Questo avviene perché gli elettroni che si liberano dal catodo, viaggiando verso l’anodo, urtano gli atomi del fluido dielettrico generando ioni positivi ed elettroni in un processo a catena rendendolo conduttore. Ciò permette  il passaggio della corrente elettrica sotto forma di scariche intermittenti che colpiscono violentemente il pezzo. Le scariche sono ripetute con una frequenza compresa tra 50 kHz e 500 kHz con un voltaggio normalmente compreso tra  da 50 V a 380 V con correnti da 0,1 A a 500 A. Questi parametri influenzano la velocità di rimozione. La zona colpita raggiunge così una temperatura tra i 4000 e 10000 °C provocando la fusione ed una parziale vaporizzazione di una piccola porzione di materiale. Il volume di  materiale rimosso per scarica è dell’ordine di 10-6 a 10-4 mm³. Quando, dopo la scarica dei condensatori, la tensione cade a zero, cessa l’arco elettrico e quindi l’asportazione di materiale che viene solidificato e asportato dal fluido dielettrico sotto forma di granuli. Il pezzo da lavorare è fissato alla vasca contenente il fluido dielettrico e i suoi movimenti sono gestiti da un controllo numerico.

L’elettroerosione a filo usa un filo come utensile. Esso si sposta lungo un percorso stabilito dal cnc tagliando tramite una serie di scariche elettriche il pezzo. Si possono eseguire tagli diritti e inclinati a seconda della posizione delle testine che guidano il filo. Esso viaggia ad una velocità costante nel campo che va da 0,15 a 9 m/min. Nel video l’elettroerosione taglia il profilo interno della ruota di un treno a vapore operazione imposibile da eseguire con una comune fresatrice

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi